9 maggio 1957- 9 maggio 2017.
1987-2017
60 anni dal Trattato di Roma e 30 anni dalla data di fondazione del programma di mobilità europea Erasmus.

In tutta Europa si stanno svolgendo i festeggiamenti per queste due occasioni tramite vari eventi, accomunati dagli stessi temi come l'integrazione e la progressiva consapevolezza di essere europei. Come accade da undici anni, anche la città di Macerata ha partecipato ai festeggiamenti con la Festa dell’Europa, iniziativa sempre molto sentita in città e che porta sempre una ventata d’aria internazionale grazie agli aperitivi Europei: una tre giorni di immersione nella cucina dei paesi dell’Unione, con i bar che “tematizzeranno” i propri aperitivi per offrire non solo cibo, ma vere e proprie esperienze culturali a 360°
Ieri l'associazione Macerasmus – ESN Macerata, a seguito dell'invito del comune - rappresentato dall'assessore Federica Curzi - e dell'Università degli studi di Macerata ha potuto portare la propria testimonianza riguardo l'esperienza Erasmus e il sentimento europeo. Della nostra associazione ha preso parola il presidente Ilir Hetaj, che ha illustrato tutti i progetti che l’associazione porta avanti, nel quotidiano, per integrare gli studenti europei con la città e il suo contesto sociale.

Alcuni studenti Erasmus e internazionali sono poi intervenuti raccontando le proprie esperienze ed esprimendo la propria idea d'Europa. Punto comune in tutte le testimonianze è stata la scoperta dell’Europa attraverso l’esperienza in Italia, vivendo tra culture diverse. Ciò ha permesso loro di scoprire quanto l'Europa significasse per loro in Termini di amicizia, integrazione e unione.

A rappresentare l’associazione Erasmus Student Network Italia, di cui Macerasmus fa parte, era invece Serena D’Amato, che ha sottolineato la natura profondamente europea della nostra associazione, che da sempre si impegna affinché nella nostra città si promuovano quei valori rappresentati nel motto dell’Unione Europea, “Unità nella diversità”. In ogni città d'Italia, come previsto dal programma <<M'illumino d'Erasmus>>, i monumenti simbolo hanno assunto i colori della bandiera dell'Unione Europea, così come a Macerata la Torre Civica dell'orologio in piazza della Libertà. La serata si è conclusa con il momento conviviale dell'Eurodinner, in cui tutti gli studenti Erasmus e non, hanno condiviso piatti tipici delle nazioni di provenienza.