Pamela e Giovanni all'EN.

"Allora Giovanni, parlaci di questo Evento Nazionale!"
"Mi è stato chiesto di scrivere qualcosa riguardo all’esperienza da me appena affrontata e conclusasi da breve tempo, relativa all’Evento Nazionale, svoltosi in Calabria,  precisamente presso il resort Minerva Club Resort & Golf  a Marina di Sibari, in provincia di Cosenza. Questo era il primo Evento Nazionale (EN) a cui partecipavo, sebbene avessi già in precedenza preso parte all’ICE (Incontro Culturale Erasmus), un altro evento targato ESN che,  nonostante contasse gli stessi numeri di un Evento Nazionale, aveva uno scopo diverso. Mentre infatti 
l'ICE è più incentrato sull’aspetto storico artistico e sulla scoperta da parte degli Erasmus della città di Roma e delle sue bellezze, l'EN invece prevede la visione delle bellezze paesaggistiche dell’Italia. Prima della partenza ero molto carico e motivato ad affrontare questo compito, anche se un po’ intimorito per la grandezza dell’evento stesso e la grande responsabilità di cui ero investito ma che ero pronto ad affrontare. Arrivato in loco, dopo una levataccia e le circa 11 di viaggio complessivo, ci è stata assegnata una camera e ho cominciato a gironzolare per il resort: era veramente uno spettacolo per gli occhi, soprattutto durante il crepuscolo quando il cielo rossastro si rifletteva sull’acqua della piscina. In seguito, ci siamo diretti verso la prima festa pomeridiana: l'abbiamo trascorsa tra una risata e l’altra in piscina, con musica a palla e gente ovunque che giocava e si divertiva con gli amici vecchi o nuovi che fossero. Abbiamo fatto la prima cena all’interno del ristorante del resort e successivamente ci siamo andati a preparare per la prima festa serale a tema "Animal Party". Dopo una lunga notte passata a ballare in pista tra una canzone e l’altra, ci siamo diretti verso le nostre camere dove da lì a poco avrebbe suonato la sveglia: questa sarebbe diventata la routine per tutti i ragazzi presenti all’Evento Nazionale, intervallata da momenti in cui si scoprivano il territorio e la costa circostante. Il ricordo che, tuttavia, porterò per sempre con me è stato  il Color and Foam Party durante l’ultima festa pomeridiana, quando io e tutti i ragazzi internazionali - ormai diventati amici - eravamo ricoperti dalla testa ai piedi di polveri colorate dai colori più disparati: dall’arancione al rosso, dal verde al fucsia. Nonostante la stanchezza accumulata, infatti, alla fine dell’evento la gioia e la felicità di aver passato quei momenti indimenticabili sono le cose che riempiono il mio cuore ed i miei ricordi quando penso all’Evento Nazionale 2k17!"
Giovanni D'Amico

Ciao Pam! Partecipare all'Evento Nazionale è stata la tua prima esperienza o hai partecipato già a questo tipo di eventi? Se si, che differenze hai potuto riscontrare?
Questo è stato il mio secondo Evento Nazionale: il primo a cui ho partecipato è stato quello dell’anno scorso a Rimini in qualità di Rappresentante Erasmus ed è stato uno degli eventi più emozionanti a cui abbia preso parte. L'adrenalina di quei giorni è stata lo stimolo per andare all'EN di Sibari. Differenze? La più evidente è stato il format proposto: a Rimini le diverse sezioni erano suddivise in più hotel lungo la riviera riminense ed era un pò più facile “controllare” i propri erasmus e la loro voglia di fare festa e uscire dalle righe; la sezione organizzatrice di quest’ultimo EN, ESN Cosenza, si è candidata con un format del tutto diverso - eravamo concentrati in un villaggio bellissimo, super attrezzato ma anche tanto grande e ciò ha comportato maggior attenzione per stare dietro agli erasmus. Un’ altra differenza, piccola, ma nella quale personalmente ho trovato leggermente difficoltà, è stata gestire il turno ai pasti poichè molti erasmus si rifiutavano di entrare al ristorante vestiti e nel momento in cui non gli era permesso entare, diciamo che il loro comportamento non era il più angelico del mondo. A Rimini tutto questo non si è verificato dato che ogni sezione si è gestita autonomamente con il ristorante dell’hotel dove albergava. A parte questi piccoli dettagli, è stato un evento divertente, pieno di spettacoli e davvero emozionante.

Qual era il tuo ruolo? Come ti sei trovata ad affrontarlo?
Per questo EN mi sono candidata per far parte dell’OC Nazionale e, fortunatamente, sono stata presa! È stato decisamente divertente ed entusiasmante: andare alle riunioni, mettersi d’accordo per i turni e per aiutare l’OC Locale mi ha dato una tale carica che presto mi piacerebbe essere uno dei membri del prossimo OC Nazionale per l’ICE. Mi sono trovata molto bene a ricoprire questo ruolo perchè l’OC Locale ha saputo guidarci nel migliore dei modi possibili dicendoci sempre e in maniera chiara ciò che dovevamo fare e soprattutto come farlo. A loro vanno i miei complimenti!


Come è stata l'accoglienza da parte di ESN Cosenza? Secondo te, è stato organizzato bene l'evento?
ESN Cosenza ci ha accolto alla grande, sempre super disponibili ad aiutarci e a risolvere i nostri eventuali dubbi e titubanze, molto alla mano e hanno sempre ascoltato tutti - dall’OC Nazionale, agli RS e RE e agli stessi erasmus. Per questo posso dire che l’evento è stato organizzato bene poichè la comunicazione è stata il filo trainante per la buona riuscita dell’evento: eravamo sempre in grado di dare tutte le informazioni necessarie agli erasmus perchè si divertissero. Gli erasmus hanno avuto ogni confort e molto molto divertimento. L’ OC Locale si è sempre impegnato per rispettare ciò che aveva promesso in candidatura: la prima festa in piscina è stata bellissima e ben fatta, tuttavia il comportamento di alcuni RS, RE ed erasmus poco consono e fuori dal controllo hanno costretto l’OC Locale a prendere provvedimenti per la festa del venerdì e a spostarla in un grosso campo attrezzato dove effettivamente non ci sono stati incidenti di percorso.

L'Evento Nazionale è un evento abbastanza impegnativo a livello di organizzazione ma anche emotivo e mentale. Per questi ultimi due aspetti, hai vissuto sotto stress l'esperienza o hai saputo reggere la tensione?

Sicuramente è molto impegnativo anche da questo punto di vista e, come ho detto sopra, il momento che mi ha causato più stress è stato quello in cui mi sono trovata a gestire insieme ad altri membri dell’OC Nazionale il turno dei pasti al ristorante. Saper mantenere la calma difronte ad erasmus che ti insultano anche pesantemente (non sto qua ad elencare le simpatiche e gentili parole che mi sono state rivolte) non è stato sicuramente facile. Però posso dire di avere scoperto un incredibile self-control che non avevo idea di possedere e credo di essere stata brava a saperlo mantenere costantemente. La calma e contare fino a 10 mi hanno permesso di reggere la tensione, ma sapevo a cosa andavo incontro quindi avevo fatto il pieno di energie prima della partenza.

Per quanto riguarda le feste a tema, ti sono piaciute? Ti sei divertita? Le riproporresti al Consiglio Direttivo della tua sezione per la realizzazione in loco?
Le feste a tema sono state molto divertenti e mi sono davvero piaciute: è sempre carino vedere gli erasmus entusiasmarsi per essere il più in tema possibile e lo stesso per noi organizzatori. Mi sono divertita tantissimo alla festa del
Color Party e Schiuma Party che si è svolta sabato pomeriggio: è stato davvero incantevole vedere tanti colori in giro e sul viso di tutti e vedere soprattutto gli erasmus divertirsi a dismisura a lanciarsi i colori e ballare sotto la schiuma colorata che usciva dal palco del DJ. Un’altra che ci ha fatto ridere parecchio è stata la festa del venerdì sera: il tema era l'Exchange Sex Party e quindi potete solo immaginare che scene in giro. I ragazzi erano davvero carini e truccati benissimo, ma la cosa sorprendente è stato vedere l’OC Locale e qualcun’altro vestiti da donna e quindi con vestiti super attillati e leggins che più stretti non si può. Certo che le riproporrei al CD locale, proprio perchè il divertimento è assicurato!

Rifaresti l'Evento Nazionale? Lo consigli ai nuovi che posso essere “intimoriti” da questo tipo di eventi?
Se potessi, libera da impegni, certamente lo rifarei e anche volentieri: non nascondo che sia stancante e che si dorme veramente poco, ma ci si diverte anche, e tanto. Personalemente sono tornata a casa ripagata, carica, scoprendo nuove cose in me: si cresce e conosci anche tante persone con le quali passi dei bei momenti. Ai nuovi che possono essere intimoriti posso solo consigliare di essere veramente motivati sia per essere RS, RE, o far parte dell’OC Nazionale e munirsi di tanta pazienza e calma, contare fino a quei famosi 10 secondi, essere aperti al dialogo e al confronto e per ultimo dormire a casa, perchè durante l’evento si dorme poco!! Se si prova a seguire questa breve scaletta, vedrete che porterete a casa bellissime soddisfazioni!!
Pamela Alcantara